ett, edita, portale,cms, pescara, lavoro, provincia

PescaraLavoro

Portale dell'Assessorato alle Politiche del Lavoro e Formazione Professionale della Provincia di Pescara

PIANO DI RIENTRO AL LAVORO PER DONNE MAMME

Progetto riParto: 6 azioni integrate per aiutare disoccupate iscritte ai nostri CPI

mamma riParto

L’assessorato al Lavoro della Provincia di Pescara attua un nuovo progetto, fortemente innovativo, per incrementare l’occupabilità femminile nel territorio. Si tratta di un percorso di accompagnamento per donne che, volontariamente o non volontariamente, sono uscite dal mercato del lavoro per esigenze di conciliazione legate alla nascita di un figlio o di una figlia e che hanno difficoltà a rientrarvi.

Il progetto riParto, a carattere sperimentale, prevede attività diverse e strettamente integrate tra loro, con l’obiettivo di rafforzare le competenze di donne disoccupate e favorirne la specializzazione e il reinserimento al lavoro.

È caratterizzato da attività di orientamento professionale, riqualificazione in aula, formazione sul campo attraverso tirocinio formativo, sostegno nella promozione del curriculum. 

L’accompagnamento nelle scelte formative e professionali da compiere e nel processo di transizione verso un nuovo lavoro è a cura degli specialisti dei servizi di Orientamento e Preselezione dei Centri per l’Impiego della Provincia di Pescara i quali seguiranno le beneficiarie durante tutto il percorso.

Alle partecipanti, in occasione dei tre mesi di tirocinio previsti, è riconosciuta dalla Provincia una indennità mensile per la frequenza pari a € 600,00.


Le candidature possono essere presentate esclusivamente da donne che, alla data di scadenza dell’Avviso - 8 aprile 2013 - siano:
- residenti nella provincia di Pescara; 
- se cittadine straniere, in regola con le norme vigenti in materia di soggiorno in Italia; 
- iscritte ad uno dei Centri per l’Impiego della Provincia di Pescara e in stato di disoccupazione ai sensi del D.Lgs. 181/2000; 
- abbiano avuto/adottato una figlia o un figlio successivamente al 31 dicembre 2009; 
- abbiano perso il lavoro e siano entrate nello stato di disoccupazione nel periodo compreso tra il 30 giugno 2009 e il 31 marzo 2012.

Al fine di contrastare la disoccupazione di lunga durata è data priorità alle candidate che sono fuori dal mercato del lavoro dal maggior tempo. In subordine, sono considerate prioritarie le donne con la maggiore anzianità anagrafica.


Complessivamente, e in rapporto alle specifiche esigenze individuate in sede di Orientamento, sono programmate fino a 30 ore di formazione di gruppo alle quali si aggiungono 800 ore complessive da ripartirsi tra tutte le beneficiarie, in media 40 ore per ciascuna beneficiaria, per la formazione individuale/piccoli gruppi coerentemente a quanto emerge dal processo di analisi. 
Le attività formative sono gestite direttamente dalla Agenzia Formativa della Provincia di Pescara attraverso docenti ed esperti e si svolgono presso le aule dell’Agenzia Formativa della Provincia di Pescara, in via Passolanciano 75, o presso altre sedi adeguate alle specifiche metodologie da utilizzare.


Le attività del progetto riParto avranno inizio entro maggio 2013 e dovranno concludersi entro il 31 dicembre 2013.


Le risorse disponibili per l’attuazione delle azioni di cui al presente Avviso sono pari a € 66.000,00.
La Provincia si riserva la facoltà di valutare l’assegnazione di eventuali risorse aggiuntive derivanti da economie, residui o ulteriori assegnazioni, coerenti con la presente tipologia di intervento, al fine di rafforzare le azioni previste, nonchè, in caso di economie, di disporre un diverso utilizzo delle risorse, comunque coerente con le finalità dei fondi e delle caratteristiche dell’intervento.

Per l’Assessore Antonio Martorella “si tratta, dopo il successo dei voucher donna del 2012, di un ulteriore intervento progettuale che l’Assessorato provinciale al lavoro rivolge alle donne, in particolare alle mamme. Un progetto che ci piace lanciare proprio in occasione dell’8 marzo. Le donne, con i giovani e gli over 45, rappresentano un target in particolare difficoltà di ingresso o reingresso nel mercato del lavoro: il progetto riParto, combinando varie azioni tra loro, ha l’ambizione di diventare una sperimentazione di successo e di raggiungere risultati concreti”.

Il dirigente Tommaso Di Rino sottolinea "il carattere innovativo dell'intervento, che non prevede attività di formazione in aula e in azienda predeterminate. Ma calibrate sulle esigenze delle singole disoccupate, in linea con quanto emergerà dalle fasi di orientamento di gruppo e orientamento individuale. Altra cosa che mi piace evidenziare è la possibilità di voucher di conciliazione, per consentire alle donne mamme di frequentare le varie attività e partecipare al percorso di ricollocazione senza avere la preoccupazione di dover pagare la baby sitter".


Scadenza domande: 8 aprile 2013. 

In allegato avviso pubblico e modulo di domanda.


 

Documenti allegati
pdf  Avviso progetto riParto
doc  progetto riParto_modulo domanda

Menu della pagina
IndietroIndietro Stampa la pagina Stampa la pagina
Torna su 
 
ANTICIPO CIGS, COSA FARE
ANTICIPO CIGS, COSA FARE
SCUOLA, CON LA DID ON LINE SI RISPARMIA TEMPO
SCUOLA, CON LA DID ON LINE SI RISPARMIA TEMPO
riParto, percorso di rientro al lavoro per donne mamme
riParto, percorso di rientro al lavoro per donne mamme