ett, edita, portale,cms, pescara, lavoro, provincia

PescaraLavoro

Portale dell'Assessorato alle Politiche del Lavoro e Formazione Professionale della Provincia di Pescara

ASSUNZIONI DISABILI 2017 - con il D.L. milleproroghe rinviato l'obbligo del datore di lavoro

il D.L. milleproroghe rinvia l'obbligo del datore di lavoro con 15 dipendenti

Assunzioni disabili 2017: con il Milleproroghe viene ufficialmente rinviato l’obbligo in capo al datore di lavoro introdotto con il Jobs Act.
 COSA CAMBIA:
• rinviato con un emendamento al Milleproroghe l’obbligo di assumere almeno un dipendente disabile per datori di lavoro privati con un numero di lavoratori compreso tra 15 e 35.
• Il nuovo obbligo di assunzione disabili, introdotto con il Jobs Act ed entrato in vigore a partire dal 1 gennaio 2017, viene rinviato al 2018. In sostanza, con il Milleproroghe e l’emendamento approvato al Senato, slitta al 2018 l’obbligo in capo ai datori di lavoro di assumere almeno 1 dipendente disabile.
• Il nuovo obbligo di assumere disabili, introdotto con il Jobs Act, aveva stabilito, a decorrere dal 1 gennaio 2017, che in tutte le aziende con almeno 15 dipendenti un posto di lavoro sarebbe dovuto essere riservato a dipendenti disabili. Tale assunzione sarebbe dovuta avvenire obbligatoriamente entro il 1 marzo 2017.
• Con l’approvazione dell’emendamento al D.L. Milleproroghe i datori di lavoro non dovranno più rispettare la scadenza ormai prossima ma il tutto viene rinviato al 1 gennaio 2018.
Il Milleproroghe rinvia l’obbligo di assunzione disabili 2017 al prossimo anno. Le novità che sarebbero dovute scattare a partire dal 1 gennaio 2017 saranno obbligatorie soltanto a decorrere da gennaio 2018; si tratta di una novità che riguarda soprattutto i datori di lavoro con numero di dipendenti compresi tra 15 e 35.
Con le regole contenute nel Jobs Act è stata prevista l’assunzione obbligatoria per dipendenti disabili non esclusivamente nel caso di nuove assunzioni. Le modifiche alle regole sull’assunzione disabili 2017 hanno comportato quindi che in tutte le aziende diventerà obbligatorio procedere con l’assunzione di dipendenti disabili sulla base delle nuove tabelle introdotte con il Jobs Act, ovvero:
    attività con più di 50 dipendenti: 7% di posti riservati a dipendenti disabili
    attività con 36-50 dipendenti: 2 posti riservati a dipendenti disabili;
    attività con 15-35 dipendenti: 1 posto riservato a dipendenti disabili.

Con l’approvazione dell’emendamento al D.L. Milleproroghe l’obbligo di assumere un dipendente disabile in tutte le aziende con almeno 15 dipendente slitta al 2018. Fino a tale data restano in vigore le disposizioni sulla quota riserva previste dalla precedente disciplina, la legge n. 68/1999, nella quale si stabilisce l’assunzione obbligatoria di dipendenti disabili esclusivamente nel caso di nuove assunzioni di personale.
Le regole contenute sul Jobs Act entreranno in vigore ufficialmente a partire dal 1 gennaio 2018; pertanto i datori di lavoro che ancora non si sono adeguati alla normativa farebbero bene ad informarsi non soltanto su quali le condizioni per l’assunzione dei disabili ma anche sulle sanzioni previste.
Infatti, a partire dal 1 gennaio 2018, quando scatterà l’obbligo di assunzione disabili rinviato con il Milleproroghe, entreranno in vigore le nuove sanzioni relative al mancato adempimento. Per i datori di lavoro che non rispettano le disposizioni modificate dal Jobs act è previsto un’inasprimento della pena e delle sanzioni.
In base alla precedente normativa, il mancato rispetto dell’assunzione obbligatoria entro 60 giorni comportava il versamento di una sanzione pari a 62,77 euro. La sanzione è applicata per ogni giorno lavorativo e per ciascuno dei lavoratori che dovrebbero essere assunti.
Con l’entrata in vigore delle novità stabilite dal Jobs act a decorrere dal 1 gennaio 2018, la sanzione aumenterà notevolmente e ammonterà a cinque volte la misura del contributo esonerativo che l’azienda puó pagare in sostituzione all’assunzione che ammonta  a 30,64 euro.
Pertanto, La sanzione per la  mancata assunzione del lavoratore disabile sarà, a partire dal 1 gennaio 2018, di euro  153,20  per ogni giorno e per ogni disabile non assunto.


Menu della pagina
IndietroIndietro Stampa la pagina Stampa la pagina
Torna su 
 
ANTICIPO CIGS, COSA FARE
ANTICIPO CIGS, COSA FARE
SCUOLA, CON LA DID ON LINE SI RISPARMIA TEMPO
SCUOLA, CON LA DID ON LINE SI RISPARMIA TEMPO
riParto, percorso di rientro al lavoro per donne mamme
riParto, percorso di rientro al lavoro per donne mamme