ett, edita, portale,cms, pescara, lavoro, provincia

PescaraLavoro

Portale dell'Assessorato alle Politiche del Lavoro e Formazione Professionale della Provincia di Pescara

RESTO AL SUD

Le misure del Governo per arginare l'esodo dei giovani dalle regioni del centro sud (compreso Abruzzo).

Il Governo ha dedicato una specifica misura ai giovani meridionali, denominata “RESTO AL SUD”, per offrire a chi ha buone idee imprenditoriali  gli strumenti per costruire il proprio futuro.

Il provvedimento introduce agevolazioni nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia. In particolare, si prevede un finanziamento fino a 1,2 miliardi per i nuovi giovani imprenditori under 35, con la misura “Resto al Sud” e 50 milioni per favorire gli imprenditori agricoli under 40. Sono previsti, inoltre, circa 200 milioni di euro per le Zone Economiche Speciali (ZES); 40 milioni di euro per favorire le politiche attive del lavoro nel Mezzogiorno e 150 milioni di euro per il sostegno amministrativo agli enti locali.

Si tratta, fondamentalmente,  di una misura a sostegno dell’autoimprenditorialità giovanile e consistente nell’erogazione di finanziamenti fino a 40.000 € da parte di Invitalia destinati   ad   under   35   residenti   nel   Mezzogiorno   impegnati   in   attività   imprenditoriali   legate   alla produzione di beni e servizi, all’industria e all’artigianato e alla fornitura di servizi, compresi quelli turistici, mentre sono esclusi commercio e attività libero professionali.

Il finanziamento è articolato in un contributo a fondo perduto pari al 35% del totale e in un prestito a   tasso   zero   e   garantito   da   parte   di   Invitalia   per   il   restante   65%.   La   copertura   della   misura   è assicurata da una rimodulazione del Fondo Sviluppo e Coesione fino ad un massimo di 1,25 Miliardi assegnati e ripartiti in annualità fino al 2025 con apposita delibera CIPE. La misura è estesa alle aziende e ai consorzi agrari con una modifica al DL 185/2000 sugli Incentivi all’autoimprenditorialità e all'autoimpiego e con uno stanziamento di 50 milioni FSC.

La norma su “Banca delle terre abbandonate o incolte” prevede inoltre che i Comuni identifichino i terreni e le aree edificate di cui sono titolari che risultino in stato di abbandono da lungo tempo (almeno 10 anni): questi terreni, a seguito di bando pubblico, possono essere assegnati in concessione, per un periodo di nove anni rinnovabili, sulla base di un progetto di valorizzazione specifico presentato da giovani tra 18 e 40 anni. Un meccanismo di valorizzazione analogo riguarda anche i beni immobili privati, previo consenso del legittimo proprietario, sulla base di un progetto di valorizzazione e della corresponsione di un canone di affitto. Per il finanziamento di tutti questi progetti di valorizzazione, i giovani potranno accedere anche alla misura 'Resto al sud' o agli incentivi dedicati al settore agricolo.

Vengono inoltre individuati strumenti di semplificazione delle procedure adottate per la realizzazione degli interventi dei “Patti per lo sviluppo” nelle regioni del Mezzogiorno, che accelerano i tempi e riducono gli oneri a carico delle Amministrazioni centrali.

Altro tema delicato, soprattutto per l'Abruzzo,  quello delle misure per il contrasto degli incendi dolosi, è contenuto nell'articolo 9 bis che tra l'altro modifica la legge quadro in materia con una verifica, tramite il prefetto e la procura della repubblica, dei contratti di affitto stipulati per quei terreni distrutti dagli incendi nei due anni successivi. Salta il vincolo dei 15 anni (in merito al cambio della destinazione d'uso) per i beni incendiati nel caso in cui i proprietari vittime di estorsioni accertate siano stati parte attiva nelle denunce.

Riferimenti normativi: conversione in legge del decreto-legge 20 giugno 2017, n. 91, recante disposizioni urgenti per la crescita economica nel Mezzogiorno, approvato con il nuovo titolo"Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 20 giugno 2017, n. 91, recante disposizioni urgenti per la crescita economica nel Mezzogiorno"
http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2017/08/12/17G00139/sg


Menu della pagina
IndietroIndietro Stampa la pagina Stampa la pagina
Torna su 
 
ANTICIPO CIGS, COSA FARE
ANTICIPO CIGS, COSA FARE
SCUOLA, CON LA DID ON LINE SI RISPARMIA TEMPO
SCUOLA, CON LA DID ON LINE SI RISPARMIA TEMPO
riParto, percorso di rientro al lavoro per donne mamme
riParto, percorso di rientro al lavoro per donne mamme